Pietà

 

La via della bellezza per un artista può diventare una ragione di vita, e percorrerla un destino ineludibile, lo è stato per un pittore contemporaneo Piotr Merkury, precocemente scomparso nel 2017.

Egli, mosso dall’amore per l’arte italiana, si era trasferito in Italia dalla sua terra natia, la Russia, per vivere nella patria dei grandi maestri della storia dell’arte che tanto lo avevano infiammato durante gli studi all’Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo.

Nelle sue opere si può rintracciare infatti quel filo comune che le lega alla tradizione iconografica e cromatica dell’arte rinascimentale di cui questo artista si sentiva erede. Vi si leggono anche le suggestioni e gli influssi dell’arte  fiamminga e dei grandi artisti russi del passato: egli non disconosceva, ma assorbiva e rileggeva con la sua sensibilità e alla luce della contemporaneità.

Piotr Merkury, forte di una solidissima preparazione artistica e culturale, spaziava con disinvoltura tra opere monumentali o deliziose miniature comprendendo che la bellezza non risiedeva nella dimensione, e nemmeno nel soggetto. Egli dipingeva temi sacri, profani, simbolici, naturalistici con la stessa intensità, con la stessa “religiosità” come avrebbe detto lui.

 

Angelo di Natale

 

La bellezza delle sue opere dimora nell’amore, nella verità, nell’autenticità di un pittore ispirato.

È questo il filo che tiene insieme l’eterogeneità della sua vasta produzione e che rende il suo messaggio autentico e inconfondibile.

Le sue opere colpiscono corde profonde, non vogliono scioccare, non vogliono strappare una sensazione, ma suscitare un sentimento.

Piotr Merkury ereditando la grande lezione di Piero Della Francesca, suo primo maestro, non faceva preferibilmente uso dell’energia squillante dei colori primari, ma ricercava la forza della tenerezza raffinata, quasi nascosta dei colori secondari, come in Piero riusciva ad arricchire la sua tavolozza di una vasta gamma di grigi e di colori raffinatissimi che colpiscono senza scosse. Il risultato è un fluire continuo dall’artista allo spettatore che si inebria di luce intrinseca e di armonia.

L’effetto di tanta dedizione e ricerca è una produzione artistica di livello eccelso, un’eredità che può parlare alle future generazioni in un linguaggio senza tempo.

Quasi un unicum nel panorama dell’arte moderna, dove tradizione e modernità hanno trovato una sintesi felice.

       

Rosa rossa

 

La pubblicazione delle immagini delle opere di Piotr Mercury, qui riprodotte, sono state gentilmente concesse dall’Associazione Piotr Mercury

 

 

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Stampa
Email

1 commento su “Piotr Merkury – Sulla via della Bellezza”

  1. Pioter un artista indimenticabile, per la sua delicatezza, dolcezza, bellezza che osservava nelle cose che lo circondavano, animo sensibile e umile. Accettava di buon grado ogni suggerimento che gli veniva dato sul lavoro ,nonostante la sua bravura.
    Nutriva un grande amore per la Madonna e ora gioisce insieme a Lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mettiti in contatto con noi!

Hai delle domande o delle osservazioni da comunicarci?
Ti risponderemo il più rapidamente possibile!

Europa Cristiana

Direttore Carlo Manetti

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e non di più.

Torna su