Ieri, 9 ottobre, si è celebrata la Memoria liturgica di un pilastro per i nostri tempestosi tempi, quella di San John Henry Nemwan (1801-1890), il pastore anglicano, stimato professore di Oxford, che, dopo una ricerca costante, coraggiosa, determinata, sempre assistito dalla Divina Provvidenza, abbracciò Santa Madre Chiesa nel 1845. Per questa occasione il meritorio Centro Internazionale degli Amici di Newman a Roma ha organizzato e realizzato una passeggiata sulle orme del Santo, la Newman Walk, con partenza alle 9:00 del mattino dal Palazzo di Propaganda Fide.

Il Centro costituisce un punto di riferimento per gli studiosi e gli amici di Newman, trasmettendo a molti cultori e devoti Lettere circolari sulla vita e le opere di uno dei massimi pensatori della Storia e teologi della Chiesa. Esso possiede una biblioteca specializzata con tutte le opere pubblicate da Newman e la grande maggioranza delle traduzioni esistenti. Inoltre, sono stati raccolti tanti studi ed articoli, in varie lingue, su San John Henry Newman e sul suo tempo. Studenti ed interessati da Roma, dall’Italia e dall’estero trovano quindi la letteratura necessaria per le loro ricerche su Newman e ricevono opportuni consigli ed aiuti. In fedeltà allo stemma cardinalizio di Newman «Cor ad cor loquitur», il Centro non vuol essere soltanto un luogo di studio, ma anche di incontro personale e spirituale, aperto a tutti coloro che sono in ricerca della Verità. Questa realtà è sostenuta dalla Famiglia spirituale «L’Opera».

Il forte e combattente Newman, lottò per cinquant’anni contro il liberalismo, lasciando un’opera omnia di straordinaria mole e santità. Leggiamo in uno dei suoi capolavori, Apologia pro vita sua, autobiografia che invitiamo a leggere e meditare:

«Considero che nel corso dei secoli, a poco a poco, la ricerca cattolica ha preso certe forme precise ed ha assunto la veste di una scienza, con un metodo e una terminologia propria, sotto la direzione intellettuale di grandi pensatori come san’Atanasio, sant’Agostino, san Tommaso; e non provo la minima tentazione di distruggere questa grande eredità di pensiero che ci è stata trasmessa fino ai nostri giorni»[1].

Abbiamo interpellato il Centro per comprendere in cosa consistono le passeggiate sulle orme dell’oratoriano padre Newman e molto gentilmente Suor Anna Dueringer FSO ha risposto alle nostre domande. Oltre a Suor Anna ringraziamo vivamente anche padre Hermann Geissler F.S.O., direttore del Centro Newman, e  Suor M. Christiane.

 

Qual è lo scopo e a chi è diretta l’iniziativa “Passeggiata con Newman a Roma”?

Con la nostra passeggiata sulle orme di Newman («Newman Walk») intendiamo fare ciò che Newman stesso fece durante i suoi soggiorni a Roma. Nei suoi diari romani scrive delle tante “passeggiate” in giro per la città durante l’inverno e le passeggiate nei dintorni in primavera ed estate. Invitiamo gli amici di Newman a seguirlo nelle sue passeggiate, ovvero a visitare alcuni luoghi di Roma che furono significativi per lui. In breve lo scopo è conoscere il nuovo Santo visitando i “suoi” luoghi, ascoltando i suoi racconti e pregando con le sue parole. Davvero un percorso interattivo.

 

Quando è stata lanciata questa idea?

Una passeggiata simile si è svolta già nel pomeriggio della sua canonizzazione il 13 ottobre 2019. Pensando a che cosa possiamo offrire agli amici di Newman in tempo della pandemia ci è venuta l’idea di scegliere alcuni luoghi importanti e di comporre un libretto come guida. Il primo Newman Walk di questo genere fu fatto alle fine di maggio 2021. Il libretto esiste in italiano, inglese e tedesco.

 

Interno della maestosa chiesa rinascimentale Santa Maria in Vallicella degli Oratoriani di Roma, visitata e amata da San John Henry Newman

 

 

È possibile avere delle informazioni circa il soggiorno di Newman a Roma e come si sviluppa il percorso/pellegrinaggio?

Ci si ferma a nove siti spiegando brevemente cosa fece Newman lì e ascoltando qualche parola scritta da lui. Abbiamo collegato ogni sito con un tema preciso. Coloro che non possono partecipare alla passeggiata possono eventualmente pregare una novena con questo materiale. Il percorso si ferma ai seguenti siti:

1) Palazzo di Propaganda Fide vicino alla Piazza di Spagna: Il sacerdote di Gesù Cristo

2) Sant’ Andrea delle Fratte: Devoto di Maria

3) Collegio Romano (Gregoriana): Amico della verità

4) Palazzo Maffei Marescotti: Conoscitore dei segni dei tempi

5) Chiesa Nuova (Santa Maria in Vallicella): L’Oratoriano

6) San Pietro: figlio della Chiesa

7) Venerabile Collegio Inglese: Esempio di amicizia

8) I tre pilastri presso il Teatro di Marcello: Fratello spirituale di Madre Julia

9) San Giorgio in Velabro: Il Cardinale

 

La Cattedra di San Pietro vista dal presbiterio della Basilica Vaticana, che il santo Cardinale Newman contemplò con immensa gioia e gratitudine, dopo anni di tempestosa ricerca

 

Quanto importante fu per il Santo inglese la sua presenza a Roma e quanto hanno giovato a Roma il suo pensiero e la sua spiritualità?

Si può dire che il suo primo viaggio a Roma, quando era ancora anglicano, fu segnato da sentimenti contrastanti: sapeva che l’Inghilterra aveva ricevuto la fede da Roma, ma considerava la città come sede dell’Anticristo. Il secondo viaggio, dopo la sua conversione al cattolicesimo, serviva alla sua formazione per il sacerdozio e alla ricerca del suo posto preciso nella Chiesa cattolica. Nel terzo viaggio si impegnava per ristabilire l’unità tra l’Oratorio di Birmingham e quello di Londra, e durante il quarto e ultimo viaggio a Roma fu creato Cardinale da Papa Leone XIII.

 

Da quanti anni esiste il Centro Internazionale degli Amici di Newman? L’inizio delle attività del Centro a quando risale in Roma?

Il Centro Internazionale degli Amici di Newman nacque nel 1975 in seguito al primo Simposio accademico su John Henry Newman a Roma. L’allora Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi chiese di erigere un Centro in cui i numerosi amici di Newman, gli studenti e i ricercatori possano trovare informazioni utili circa la sua vita, il suo pensiero e la sua spiritualità.

 

Quale ruolo svolge la Famiglia spirituale “L’Opera” per il Centro?

Il Centro viene diretto da membri della Famiglia spirituale “L’Opera”. La nostra Fondatrice, Madre Julia Verhaeghe (1910-1997) non conobbe Newman quando nacque la comunità. Ma negli anni 1960 lesse un libro su Newman e trovò in lui «un fratello per la mia anima». Esiste, infatti, una profonda vicinanza spirituale tra John Henry Newman e Madre Julia, soprattutto nel loro amore alla Chiesa, nel loro impegno per una fede autentica, nella loro valorizzazione della coscienza, ecc. Per questi motivi ci impegniamo, tra l’altro, a far conoscere la persona e le opere di Newman. Nella Messa di ringraziamento per il riconoscimento pontificio (2001), il Cardinale Joseph Ratzinger disse nell’omelia: «Non a caso, “L’Opera” ha un particolare rapporto con Newman, con il suo motto “Cor ad cor loquitur”. Madre Julia Verhaeghe ha pensato con il cuore, e dal cuore ha riconosciuto il Cuore di Gesù – questo Cuore trafitto, sorgente dell’Alleanza, sorgente della nostra vita».

 

Il quadro del Centro Newman di Roma nel presbiterio di San Giorgio in Velabro (foto: Centro Internazionale degli Amici di Newman)

 

 

Centro Internazionale degli Amici di Newman

Via di Val Cannuta 32 C, 00166 Roma

Tel: 0039 – 392 07 79 145

E-mail: newman.roma@newman-friends.org

Il Centro è aperto:

Mercoledì, ore 9.00 – 13.00;

Martedì, Giovedì e Venerdì, ore 14.30 – 18.00; e su prenotazione.http://www.newmanfriendsinternational.org

 

 

[1] J. H. Newman, Apologia Pro Vita Sua, Jaca Book, Milano 1982, p. 268.

 

 

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Stampa
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi!

Hai delle domande o delle osservazioni da comunicarci?
Ti risponderemo il più rapidamente possibile!

Europa Cristiana

Direttore Carlo Manetti

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e non di più.

Torna su