31 gennaio 1606: Guy Fawkes viene giustiziato in Gran Bretagna per aver complottato contro il Parlamento e contro Giacomo I d’Inghilterra, responsabili di orrendi delitti nella persecuzione perpetrata ai danni dei cattolici

 

La congiura delle polveri, o congiura dei gesuiti (in inglese The Gunpowder Plot, oppure Jesuit Treason) del 1605 fu un complotto progettato da un gruppo di cattolici inglesi a danno del re protestante Giacomo I d’Inghilterra, che si concluse con un fallimento.

Il piano dei congiurati era quello di far esplodere la Camera dei lord e di uccidere così il Re e il suo Governo durante la cerimonia di apertura del Parlamento inglese, lo State Opening, che si sarebbe tenuta il 5 novembre 1605, per poi aprire la strada alla monarchia di stampo cattolico, sul modello di Francia, Austria o Spagna. Il complotto fu ideato il 20 maggio 1604 da Robert Catesby, il quale sosteneva che tutte le strade pacifiche per ottenere una politica di tolleranza per i cattolici erano già state tentate; di fronte ad una feroce, cruenta e mostruosa persecuzione, che non diminuiva, alcuni pensarono di ribellarsi a tanto orrore. I suoi compagni erano inizialmente Thomas Winter, Jack Wright, Thomas Percy e Guy Fawkes. Ai cinque ideatori si aggiunsero in seguito Thomas Bates, Robert Keyes, Robert Wintour, Christopher Wright, John Grant, Ambrose Rookwood, Everard Digby e Francis Tresham.

Il 5 novembre 1605 il complotto fu scoperto e i trentasei barili di polvere da sparo furono disinnescati. Il 31 gennaio 1606 Fawkes, indebolito dalle orribili torture, salì con l’aiuto del boia e di una scala sino al cappio dell’impiccagione. Il suo corpo fu sottoposto alla procedura prevista per gran parte dei condannati a morte cattolici: lo squartamento. Diverse parti del suo corpo vennero distribuite ai «quattro angoli del regno», per essere esposte come avvertimento per tutti i sudditi.

Da allora ogni 5 novembre i bambini del Regno Unito vanno in giro con dei fantocci, recitando una filastrocca che ringrazia Dio per aver salvato il re dall’attentato e a chiedere soldi ai genitori per comprare i fuochi per il falò, in cui vengono bruciati i fantocci nella simbolica ripetizione dell’esecuzione dei congiuranti. Un nefando rito, nel quale vengono coinvolti addirittura i bambini. La macabra celebrazione è nota con il nome di Guy Fawkes Night, ossia la notte di Guy Fawkes.

 

Otto dei tredici cospiratori: Guy Fawkes è il terzo da destra

 

 

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Stampa
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mettiti in contatto con noi!

Hai delle domande o delle osservazioni da comunicarci?
Ti risponderemo il più rapidamente possibile!

Europa Cristiana

Direttore Carlo Manetti

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e non di più.

Torna su