6 marzo 1853:  La Traviata di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave debutta al Teatro La Fenice di Venezia 

 

L’opera ebbe un pessimo risultato, scrisse Giuseppe Verdi stesso che fu un «fiascone, e peggio hanno riso».  come scrisse lo stesso Verdi. L’opera si svolge in tre atti e si basa su La signora delle camelie, opera teatrale di Alexandre Dumas (figlio), che lo stesso autore trasse dal suo precedente omonimo romanzo. Viene considerata parte di una cosiddetta « trilogia popolare» di Verdi, insieme a Il trovatore e a Rigoletto.

Fu in parte composta nella villa degli editori Ricordi a Cadenabbia, sul lago di Como. La prima rappresentazione, a causa di interpreti carenti e/o per il soggetto allora considerato scabroso, non si rivelò il successo che l’autore si attendeva. Fu nuovamente messa in scena il 6 maggio dell’anno successivo ancora a Venezia, ma al Teatro San Benedetto e in una versione rielaborata e con interpreti più validi, come Maria Spezia Aldighieri. L’opera fu diretta dal compositore ed ebbe un grande successo.

Secondo i dati pubblicati da Operabase nel 2013 è l’opera più rappresentata al mondo nelle ultime cinque stagioni, con 629 recite.

 

 

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Stampa
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi!

Hai delle domande o delle osservazioni da comunicarci?
Ti risponderemo il più rapidamente possibile!

Europa Cristiana

Direttore Carlo Manetti

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e non di più.

Torna su