Il presepio di Bergoglio? Degno del 2020

di Nicola Porro

Guardate il presepe esposto in Vaticano. Arriva da Castelli, la patria abruzzese della ceramica: una specie di Caltagirone del centro Italia. Solo che la natività ricorda le forme della Pachamama, l’idolo pagano che, curiosamente, fu esposto in chiesa come fosse stato una raffigurazione della Madonna. La svolta “primitivista”, insomma, prosegue. Precisamente, come, quando e perché l’arte cristiana è caduta così in basso? Continua a leggere

————————————————————————-

Il divorzio in Italia: cinquant’anni di una sciagura

di Roberto de Mattei

Cinquant’anni fa, il 1 dicembre 1970 fu introdotta in Italia la legge n. 898 – “Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio”, elaborata dal socialista Loris Fortuna e dal liberale Antonio Baslini: la legge sul divorzio.

La legge fu approvata dal Parlamento italiano grazie a una maggioranza di comunisti, socialisti e liberali, ma il governo era quello di centro-sinistra presieduto dal democristiano Emilio Colombo, che non si dimise, né minacciò le dimissioni se fosse passata la legge, ma assunse una posizione di neutralità e la firmò, così come un altro presidente del consiglio democristiano, Giulio Andreotti, avrebbe firmato, otto anni dopo, la legge sull’aborto. Continua a leggere

——————————————————————-

Già in crisi la “luna di miele” tra Cina e Santa Sede

di Luca Della Torre

La fittizia illusoria “luna di miele” tra i governi e le diplomazie della Repubblica Popolare di Cina e della Santa Sede è durata un batter d’ali: come d’autunno sugli alberi le foglie. L’Entente cordiale tanto voluta da Papa Bergoglio con il regime comunista cinese – primo al mondo nella triste graduatoria delle violazioni dei diritti umani, secondo i reports della stessa ONU – la politica di vezzosi scambi di cortesie tra il governo del dittatore XiJinping e la Santa Sede ha mostrato pericolose crepe immediatamente, svelando il volto reale del regime tirannico comunista che domina la Cina.  Continua a leggere

————————————————————————-

La “morte vivente” delle donne cristiane perseguitate

di Mauro Indelicato Sofia DinolfoIn quelle zone del mondo dove i cristiani sono perseguitati la prima vittima è la donna. E questo non solo perché è vista come l’obiettivo più facile da colpire, ma anche perché, in quanto appartenente al genere femminile, è il simbolo pulsante di una determinata comunità. Quindi colpirla vuol dire affondare l’intera comunità. Le varie vicende degli ultimi anni emerse da Paesi dove i cristiani appaiono come una minoranza perseguitata, l’hanno tragicamente confermato. Continua a leggere

—————————————————————————-

Il Vaticano si allea con i “Guardiani del capitalismo inclusivo”, i veri padroni del Nuovo Ordine 

Dai mercanti nel Tempio al tempio nei Mercati. il Papa che ha sempre condannato il capitalismo ne sposa il lato più oscuro. Altri commenti sono superflui. Dopo eventi culmine come Abu Dhabi [vedi], la Pachamama in San Pietro e la svolta Amazzonica [vedi], cos’altro resta da vedere? Tra gli articoli più recenti: L’ambientalismo è una (falsa) religione [qui]
Papa Francesco ha annunciato che il Vaticano entrerà in una “alleanza globale” con le grandi banche mondiali, le società internazionali e le fondazioni globaliste per creare un consiglio economico volto a ridistribuire la ricchezza nel mondo. Continua a leggere

 

 

Facebook
WhatsApp
Twitter
LinkedIn
Stampa
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mettiti in contatto con noi!

Hai delle domande o delle osservazioni da comunicarci?
Ti risponderemo il più rapidamente possibile!

Europa Cristiana

Direttore Carlo Manetti

Iscriviti alla nostra newsletter

Se ci comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica che ti aggiorna sulla nostre attività!

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e non di più.

Torna su